La degustazione del formaggio. Un viaggio nella sua storia e una riscoperta delle nostre capacità sensoriali.

Che bel viaggio si fa quando si degusta un formaggio.

Dopo averlo osservato con occhi attenti e curiosi, si annusa e lì comincia una straordinaria avventura. Profumi e aromi che si generano nel suo processo di produzione, maturazione e stagionatura decodificano i nostri sensi e aprono i cassetti della nostra memoria. Siamo quindi pronti a mordere, a riconoscere i sapori e a sentire. Ma i sensi non bastano! Ci vuole attenzione! È necessario essere presenti e fare esperienza!

Roberta e Ilaria guideranno i partecipanti in un percorso meditativo-esperienziale per gustare con tutti i sensi. Nella calma e nella lentezza dove si amplificano le percezioni sensoriali, si entra a fondo dell’esperienza personale e collettiva per raccontare ciò che c’è nel formaggio.


Roberta de Cesari – Delegata Delegata ONAF Massa Carrara-LaSpezia – Maestro Assaggiatore
Ilaria Cecconi – Biologa Nutrizionista

Con la partecipazione di:
I Produttori di Formaggio – Colle d’Antona, Pedrazzi, La Piccola Fattoria di Flavio
I Produttori di miele e confetture – Sapori Mediterranei, La Mulattiera, Azienda Agricola Caravello


ONAF, Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio nasce nel 1989 a Cuneo e per la prima volta, in Italia, la tecnica dell’assaggio viene proposta come strumento di promozione dei formaggi di qualità.
Il pubblico è vasto e interessato e, in breve tempo, l’Italia tutta, fiera della propria millenaria tradizione casearia, si apre al metodo ONAF. Si moltiplicano le Delegazioni, le ambasciate sul territorio italiano della filosofia ONAF che intende la qualità come garanzia controllata di sensazioni gustative, che siano una corretta espressione del prodotto indicato in etichetta e corrispondano alla tradizione del territorio d’origine.
Oggi ONAF conta 40 Delegazioni e oltre 3.000 associati.
I primi corsi per Assaggiatori e Maestri Assaggiatori prendono il via nel 1991 e oggi come allora, l’attività di ONAF è imperniata innanzitutto sulla realizzazione di queste occasioni formative, nell’intento di promuovere, diffondere, ampliare e valorizzare la cultura del formaggio e delle produzioni lattiero-casearie alla luce delle metodologie di assaggio più avanzate e della considerazione del formaggio come espressione della tradizione e della realtà del proprio territorio.

Ilaria Cecconi
Laureata in Biologia, un Dottorato in Biochimica e una Specializzazione in Biochimica e Chimica Clinica, svolge l’attività come Biologa Nutrizionista da circa 20 anni. Il recupero della sensorialità e una nutrizione “intuitiva” che riscopra i messaggi del corpo sono alla base del lavoro che, con grande passione, la dottoressa Cecconi svolge in Versilia e dintorni

Interviene

Roberta de Cesari, Ilaria Cecconi

Modera

Andrea Montaresi

Data

28 Aprile

Ora

12:00 - 13:00

Luogo

Sala Pergola